le fondatrici di KnitViktim: da sinistra Elisabetta Mancini, Silvia Franceschelli, Paola Ignesti e Donna Lynne Galletta

Benvenute KnitViktim

KnitViktim è il soprannome che un giorno qualcuno affibbiò a Donna Lynne Galletta. «Vittima del knitting».

Infatti Donna è una knitter instancabile. Non solo: insegna tutto ciò che conosce. E soprattutto è una che non fa in tempo a finire un progetto che ne ha già in mente altri cento. Il bello è che li realizza tutti. 

L’ultimo è l’Associazione KnitViktim Ets, che ha qualcosa di speciale: il suo scopo non è solo sostenere chi vuole «fare» la maglia, ma anche chi vuole «parlare» di maglia. E’ aperta a tutti coloro che la vogliono studiare, che ne vogliono conoscere i protagonisti e i filati. E per questo intende organizzare incontri didattici di knitting ma anche di tessitura, filatura, uncinetto, forcella, knook. E poi seminari di studio e manifestazioni anche internazionali, con particolare attenzione alle tecniche adottate da Elizabeth Zimmermann, la 'gigantessa' del knitting che ha insegnato a moltissime magliaie i suoi metodi con uno stile ironico e divulgativo. Dunque un approccio culturale al mondo della maglia e dei filati che ci sembra un contributo molto importante in Italia.

Alle KnitViktim diamo il benvenuto: a fianco di Donna Lynne Galletta ci sono le sue compagne di avventura Elisabetta Mancini, Silvia Franceschelli, Paola Ignesti. Un gruppo straordinario di donne della lana.

Commenti offerti da CComment